Festa di Santa Dorotea a Brescia – Santa Chiara

Il Regno dei cieli è simile a un tesoro nascosto in un campo; un uomo lo trova e lo nasconde di nuovo, poi, va, pieno di gioia, e vende tutti i suoi averi e compra quel campo” (Mt. 13, 44)

 

Abbiamo iniziato il nostro pomeriggio di festa ritrovandoci nella “Cucina due del Convitto” e, insieme a Grazia, una cuoca speciale, abbiamo impastato e poi fritto: graffe, crostoli… chiacchere, frittelle, lattughe…

 

Alle 20.30 ci siamo ritrovate nella cappella del Convitto. Un faretto illuminava un quadro, quello di Santa Dorotea e, sotto l’altare un cesto di rose e di mele con una scritta: “Allargate il cuore a grandi speranze, tanto si ottiene quanto si spera” (Beato L. Passi). Mi sono detta: “posso farcela! È importante sperare…!”

 

Ho sentito narrare una storia, ho avvertito un sussulto nel cuore! Che coraggio, che forza, che amore… Era una giovane come me. Dorotea, “dono di Dio” per le sue amiche, per Teofilo, per me. Grazie Dorotea!

 

Dopo la preghiera ci siamo ritrovate insieme a gustare la bontà di quanto abbiamo cucinato, (siamo state proprio brave!) ma non solo… abbiamo assaporato anche la dolcezza e il profumo dell’amicizia, della festa, dello stare insieme.

 

È proprio vero che…  quando si trova un TESORO la gioia che provi nel cuore… è GRANDE!!!

 

Una giovane