TURISMO SOLIDALE NELLA MISSIONE IN ALBANIA

Forse non tutti sanno che lo spazio esterno della nostra missione di Suç, durante i mesi estivi viene adibito a camping chiamato “Oasi alla Chiesa”. Da maggio ad ottobre passano diversi turisti provenienti dall’Europa nord-est e diretti in Grecia e Turchia. Alcuni di loro, oltre ad essere attratti dalla natura incontaminata, si lasciano coinvolgere dalle attività e dalle persone che incontrano presso la nostra missione.  È l’esempio di una giovane coppia tedesca che, due anni fa, ha partecipato all’attività estiva di Klos. Oppure una coppia di olandesi che ha avviato il funzionamento dei macchinari di fisioterapia presso l’abitazione delle suore di Bushkash. In particolare c’è una coppia di olandesi che da diversi anni trascorre un periodo presso il nostro camping e ha coinvolto anche la loro comunità evangelica nel contribuire a sistemare il tetto della nostra chiesa e a sostenere l’economia di alcune famiglie povere del nostro villaggio. Quest’anno sono venuti anche i loro due figli sposati con le rispettive famiglie, per conoscere la nostra realtà e per distribuire personalmente i vivere e gli abiti alle famiglie da noi segnalate. È una catena di solidarietà che si è avviata spontaneamente grazie alla sensibilità e all’empatia di questi due coniugi che vedono la realtà a partire dal cuore. La carità parla il linguaggio dell’amore, supera ogni ostacolo e non ha confini!

 

La comunità delle Suore Dorotee di Suç

Ti possono interessare...