FIDIAMOCI DI DIO – IV domenica di Quaresima

Già, o figlia, quel che dispiace a noi piace a Dio, voglio dire il patire, essendo questa la via che tenne egli stesso per giungere alla sua gloria in Cielo. Se l’amore materno è il più industrioso nell’amore coi suoi bambini, fidiamoci di Dio che ci ama con infinita più tenerezza. Basta solo che il bambino viva colla sua cara madre, e basta dunque che l’anima vostra, il vostro cuore non si distacchi dal costato del tenerissimo nostro Gesù; qui dunque poniamo tutto il nostro studio ed alla fine non avremo di che pentirci …  mentre talvolta tutti mancano, e manca tutto, ma non Gesù all’anima, al cuore, ancorché sepolti in gran tenebre e presi dalla più desolante aridità; riesce anche alle nostre anime come al terreno, che quanto più diviene arso, tanto più mostra il bisogno di essere visitato dalla pioggia benefica che viene dal Padre di tutte le creature. Se così usa Dio colle materiali creature, quale dev’essere la sua misericordia colle anime nostre che conoscono l’autore d’ogni bene, e sono create per amarlo.

 

Don Marco Passi, lett. 107

Ti possono interessare...