Il 18 aprile 2023 a Brescia

Dopo l’evento della beatificazione del Nostro Fondatore, il 18 aprile sta diventando un appuntamento di famiglia allargata, di ripresa dei legami sospesi per il Covid, o per quella routine che rallenta anche le più belle relazioni. Una festa di famiglia! Così abbiamo vissuto a Brescia il 18 aprile!

 

Davvero un appuntamento cordiale e corale intorno alla figura del nostro beato Luca Passi, con il quale già dall’inizio del mese, la famiglia “dorotea” cooperatori e laici stava dialogando per cogliere in profondità quella sua spiritualità e passione apostolica che l’ha spinto sulle strade per dire a tutti, in particolare ai giovani, come il Signore li sta cercando e li vuole incontrare. Un appuntamento avviato sin dai Primi Vespri della festa: alcune comunità si sono unite, i cooperatori si sono ritrovati per celebrare il “dies natalis” di don Luca, con la liturgia dei Vespri o con la preghiera di intercessione preparata per questo momento significativo.

 

Il 18 mattina, in via Marsala 30, si sono ritrovate quattro comunità per la celebrazione Eucaristica, presieduta da Don Andrea Gazzoli: la comunità di Via Marsala 30, quella del 18/b, la comunità di Borgosatollo e quella del Pensionato S. Chiara. È stato un rendimento corale di lode e di ringraziamento al Signore per questo nostro “Padre” che ci ha indicato la via dell’amore per ogni fratello, sollecitando noi a ‘bruciare’ di amor di Dio, come soleva ripeterci: “Chi non arde non accende!”. Poi, prima di riprendere il ritmo quotidiano, un brindisi… al caffè!  Con qualche dolcetto…

 

La giornata aveva in riserva anche un altro appuntamento molto importante per il suo aspetto ecclesiale e carismatico: la Celebrazione Eucaristica a Bergamo, presso la comunità dei “Preti del Sacro Cuore” che ci avevano caldamente invitato a partecipare a questa festa liturgica per loro molto significativa. Vi hanno partecipato otto sorelle tra cui alcune invitate speciali: Sr. Clara Zanatta, Vicaria generale; Sr. Francesca Prevedello e Sr. Caterina Boldini nell’anno del loro 50° di Professione religiosa e Sr. Stefania De Nadai nel suo 25° di Professione. Non poteva mancare Calcinate unica comunità in terra bergamasca.

 

Una giornata molto bella, rasserenata dal volto sorridente del Beato Luca, illuminata e riscaldata dal clima di comunione fraterna tra suore, cooperatori, sacerdoti. Davvero una rete di “santa amicizia”.