Convitto Santa Chiara – Brescia: Toc Toc terzo incontro

Puntualmente alle 19.15 le ragazze hanno raggiunto il salone per partecipare al terzo incontro di Toc Toc. Aiutate da Luca, Daniela e Sara sono state invitate  a riflettere sul tema della “Solidarietà” partendo dalla domanda: “Per chi siamo?” Lasciamo la parola a loro…

 

“Ho imparato che solidarietà significa “saper perdere”, ma non in negativo. Significa perdere per dare qualcosa agli altri, per fare del bene: perdere per arricchirsi”.

Margherita

 

“Allora, la cosa che mi è rimasta (magari sembrerà una sciocchezza, ma per me è la chiave della serata) è il messaggio iniziale. La solidarietà – in tutte le accezioni possibili – si deve fare con azioni concrete, non con parole o pensieri. Così siamo bravi tutti. Inoltre, la quantità di persone che svolgono veramente un’azione solidale, è molto minore rispetto a quelli che ne parlano”.

Giuliana

 

“Lo scorso incontro è stato trattato il tema della solidarietà: essa consiste in azioni concrete spontanee e volontarie che esprimono un senso di fratellanza, amore per il prossimo, condivisione e partecipazione. La solidarietà è quindi messa in atto aiutando il prossimo, essendo solidali con gli altri, dando mutuo sostegno e e realizzando piccole azioni quotidiane: durante l’incontro ciascuna di noi ha scritto tre parole che rappresentassero un’azione solidale ed è emerso che ognuno, nel suo piccolo, può contribuire a rendere il mondo un posto migliore, facendo ad esempio volontariato, aiutando le persone in difficoltà e pensare anche al benessere ed alla felicità altrui, e non solo, egoisticamente, ai propri interessi”.

Greta

 

“L’incontro è stato interessante soprattutto la prima attività sul capire il vero significato della compassione, cioè l’importanza di mettere in atto le azioni oltre che a pensarle. Anche le altre attività sono state interessanti e utili a consolidare il messaggio”.

Giulia